sabato 19 dicembre 2015

Diario di una Ragazza alla Pari: chargement 40% - fine prima parte

Eccoci qua, oggi si conclude la prima parte di questa mia esperienza francese.


Già mi sento triste. All'inizio mai mi sarei immaginata di avere la malinconia per i primi mesi, che in un soffio sono volati.
In quattro mesi quante cose sono cambiate.

Innanzittutto, fermiamoci un attimo: sono già passati 4 mesi!?

E nel frattempo cosa è accaduto?

Io sono cambiata.



Tante cose dentro di me sono cambiate.
Ho imparato e sto continuando, e sono sicura che continuerò, a conoscermi
Ho imparato a sbrigarmela da sola, ho imparato a vivere da sola.
Ho imparato a cucinare piatti nuovi
Ho imparato come si fa a prendere un bambino in piena crisi isterica
Ho imparato a fare le faccende domestiche
Ho imparato cosa vuol dire essere dalla parte dell' adulto, pur ricordandomi perfettamente cosa vuol dire essere un bambino.
Ho imparato ad adattarmi
Ho imparato ad andare oltre alle mie abitudini
Ho imparato a chiamare casa un posto che all'inizio era completamente sconosciuto.
Ma soprattutto ho approfondito e migliorato la conoscenza di questa lingua straordinaria che è il francese. Imparando attraverso le cose più banali anche solo una parola o una particolarità nel modo di parlare, sentendomi arricchita ogni giorno di più!
Ho imparato che è vero che non si finisce mai di imparare e che ogni giorno è una scoperta e forse è proprio questo spirito che mi fa andare avanti con un tale entusiasmo... a volte ancora tutto mi sembra solo un grande film mentale e non mi sembra vero di aver preso questa decisione e aver dato così una svolta alla mia vita..
... potrei continuare così all'infinito: e pensare che nella mia testa è continuamente così!!

Ma è  vero in questi mesi sono cambiata e sono cresciuta e nonostante tutte le mie ansie e le mie paure posso dire che questo periodo all'estero, in Francia, potrà essere catalogato tra la "top 10 dei periodi più belli della mia breve e insulsa esistenza."
Sono anche consapevole che, questi 4 mesi più i 6 che verranno, li ricorderò per tutta la vita come la prima volta in cui sono partita e andata via da casa per ricominciare una vita nuova completamente da zero. 
Oggi sono su un treno, impaziente di rimettere piede sul suolo italiano, ma soprattuto non vedo l'ora di riprendere la mia vita, quella che ho lasciato a casa, magari vivendola con uno spirito diverso. Lo spirito e gli occhi di chi manca da mesi! ❤


Nessun commento:

Posta un commento